Il microbioma nei primi anni di vita: conseguenze ed effetti sulla salute

Il microbioma nei primi anni di vita: conseguenze ed effetti sulla salute

Recenti studi hanno mostrato come la genetica dell’ospite, l’ambiente prenatale e le modalità di parto possono “modellare” il microbioma del neonato al momento della nascita. Successivamente, fattori postnatali, come il trattamento antibiotico, la dieta o l’esposizione ambientale, modulano ulteriormente lo sviluppo del microbioma del bambino e del suo sistema immunitario.

(altro…)

Nasce la birra probiotica che fa bene

Nasce la birra probiotica che fa bene

Dopo 9 mesi di test, alcuni ricercatori hanno creato un prodotto probiotico con una gradazione alcolica finale del 3,5%.  Un team di ricerca dell’Università Nazionale di Singapore (NUS), però, potrebbe avere trovato una soluzione, almeno per quanto riguarda gli amanti della birra. È stata infatti brevettata la prima birra con probiotici al mondo che, nelle intenzioni degli studiosi, fornirà un prezioso contributo alla salute dell’intestino, oltre a essere di gradimento per tutti gli amanti di birre artigianali. Chan Mei Zhi Alcine, studentessa al quarto anno della facoltà di Scienze Alimentari e Programma Tecnologico che da anni, ogni giorno, assume probiotici attraverso i latticini, ha avuto il merito di creare questa insolita bevanda. I ricercatori sono riusciti a far quadrare i conti dopo ben 9 mesi di test, dando vita a una birra con una gradazione alcolica finale del 3,5%. Ma che cosa sono esattamente i probiotici?
Si tratta di microorganismi che vivono nell’intestino crasso e che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, devono essere in grado di persistere e moltiplicarsi al suo interno, fornendo così un effettivo beneficio fisiologico in chi li assume. Sono diversi gli studi contrastanti sui reali effetti dei probiotici, in particolar modo sui loro potenziali benefici alle funzioni del sistema immunitario. A maggiore in questo caso, poichè si parla di un prodotto alcolico. Ma i ricercatori ne sono certi: una volta in commercio, la birra probiotica sarà un vero successo, sotto tutti i punti di vista!

 

È vero che il cloro secca la pelle?

È vero che il cloro secca la pelle?

La disidratazione cutanea è un difetto attribuito a questo elemento ma no, a differenza di quanto comunemente si pensi, il cloro non secca la pelle. Anzi, il cloro protegge la pelle dalle infezioni cutanee diffuse in piscina: i funghi che causano le micosi e i virus responsabili delle verruche non sopravvivono nell’acqua della piscina ma proliferano a bordo vasca, negli spogliatoi e nelle docce. L’acqua della piscina può dare giovamento anche a chi ha problemi di acne perché disinfetta la pelle.

(altro…)