Warning: include(/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2

Warning: include(/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2
L’alimentazione dei bambini - Essadibe

L’alimentazione dei bambini

L’alimentazione dei bambini

Specie nei bambini, l’alimentazione costituisce un tassello indispensabile per la loro crescita. Aldilà dei consigli sempre saggi delle nonne ed i suggerimenti dei pediatri, è necessario che i genitori siano consapevoli delle necessità nutrizionali dei propri figli e comprendano di essere per loro un esempio comportamentale, tanto da influenzare le loro future abitudini.

Il rapporto col cibo è strettamente legato allo sviluppo psicofisico di ciascuno, perciò facciamo passare il messaggio che mangiare è un momento di allegria e di gioia e mai di castigo o privazione. Il bambino non deve essere premiato se mangia o rimproverato se non lo fa e non importa se talvolta avanza cibo nel piatto, spesso è sazio, infine, passiamo in famiglia l’ora del pasto come momento di condivisione.

 

La dieta dei bambini oscilla spesso tra eccesso e difetto e ovviamente ciò comporta sovrappeso o malnutrizione.

E’ stato condotto nel 2008 uno studio su circa 46.000 bambini di terza elementare e 2.610 scuole italiane al fine di indagare sulle abitudini alimentari e lo stile di vita. I dati pubblicati dal Ministero della Salute dimostrano che in Italia abbiamo un alto tasso di obesità:

il 23,6% dei bambini in sovrappeso

il 12,3% obesi

In sostanza più di un bambino su 3 risulta in sovrappeso e proprio in Campania il tasso di obesità è quello più alto a livello nazionale (21%) mentre nel Friuli Venezia Giulia c’è quello più basso (4%).

 

Una dieta variegata e distribuita in cinque pasti copre il fabbisogno nutrizionale quotidiano del bambino.

Acqua

Nel neonato l’acqua è pari al 77% del peso, valore che man mano diminuisce fino a raggioungere il 60% nell’adulto. I bambini vanno più facilmente incontro a disidratazione a causa della maggiore quantità di acqua per unità di peso, del ricambio più veloce dell’acqua corporea, della ridotta capacità renale nell’eliminare il carico dei soluti derivante dalle proteine.

Fabbisogno energetico

Il fabbisogno energetico è l’apporto di energia di origine alimentare, è costituito dalla somma del metabolismo basale, incluso quello dovuto all’accrescimento, termogenesi e attività fisica volontaria.

Nella fascia di età tra 1 e 9 anni questo fabbisogno varia da 96-90 kcal/kg di peso.

Tra i 10-12 anni il fabbisogno è più individualizzato, in base alla entità dell’attività fisica praticata e alla fase di accrescimento, di solito oscilla tra 2086-2479 kcal femmine e 2086-2479 kcal maschi.

Fabbisogno di zuccheri

La carenza di zuccheri favorisce la formazione di corpi chetonici (il cosiddetto acetone) e un eccessivo catabolismo delle proteine. I bambini devono assumere 50-100g di zuccheri al giorno. Ovviamente preferiamo zuccheri a basso IG e limitiamo zuccheri semplici al 10-12% solo da frutta e verdura. Nei più piccoli qualche zucchero semplice in più non guasta fino al 16% promuovendo però una corretta igiene orale per la prevenzione delle carie.

In totale 60-65% di carboidrati al giorno.

Fabbisogno  di proteine

La sintesi proteica è molto attiva nei bambini e necessita di energia. I valori del fabbisogno proteico variano dal 1,09 (maschi e femmine fino a 3,5 anni) a 0.96 (femmine di 12,5 anni) grammi di proteine per kg peso al giorno. Il rapporto tra proteine vegetali e animali è di 1:1 ma in realtà l’alimentazione infantile tende ad essere iperproteica ( soprattutto proteine di origine animale).

Fabbisogno di grassi

I grassi sono macronutrienti ricchi di energia e presenti in tantissimi alimenti sotto forma di acidi grassi saturi ed insaturi. Tra i grassi non sintetizzabili ci sono l’acido alfa-linoleico (omega 6) e acido linolenico (omega 3) detti acidi grassi essenziali da introdurre con la dieta. Questi, nel bambino, devono incorporarsi nelle membrane cellulari di tutti i tessuti, specialmente nelle cellule nervose e nella retina.

L’apporto quotidiano di omega 6 è pari al 2-3% dell’energia totale mentre gli omega 3 pari allo 0.5%.  A due anni il bambino deve assumere il 30% delle calorie totali dai grassi, man mano questo valore scende al 25% ( adolescenza).

Le fonti: olii vegetali, pesce, burro, latte, formaggi, uova, carne e salumi,

Fabbisogno di fibre

Le fibre alimentari non sono veri e propri nutrienti ma hanno effetti di tipo funzionale e metabolico. Aumentano il senso di sazietà, migliorano la funzionalità intestinale, riducono la probabilità di tumori colon-retto, di diabete mellito e malattie cardiovascolari. La quantità giornaliera raccomandata è pari a 0.5 g/kg di peso. Oppure: età del bambino + 5 grammi al giono fino al massimo di età +10 g.

Vitamine

 

 

CONSIGLI

 

  • Masticare: assaporare ciò che ingeriamo. Chiedersi che gusto ha, essere aperti alle novità e alla sperimentazione. Più mangiamo lentamente e più tempo diamo al cervello affinchè ci segnali il senso di sazietà.
  • Colazione: è il momento più importante della giornata. Sedersi con calma e fare una ricca colazione.
  • Spuntini e merenda preferire spremuta, frullato, yogurt o un piccolo panino col prosciutto a patatine, caramelle, merendine e biscotti.
  • Tanta frutta e verdura almeno tre volte al giorno.
  • Al fast food andarci ogni tanto: cibi calorici e ricchi di grassi saturi a scapito di fibre e vitamine.
  • Uova due volte a settimana
  • Cereali due volte al giorno variando il tipo (pasta, pane, farro, riso, polenta)
  • Carne, pesce, legumi (legumi come secondo piatto non come contorno) 4 volte a settimana a pranzo e cena
  • Attività fisica ( un’ora al giorno).
  • Acqua a volontà.