A Parigi, il parco Vincennes apre ai nudisti

A Parigi, il parco Vincennes apre ai nudisti

«State entrando in uno spazio dove la pratica del naturismo è autorizzata», si legge nel cartello posto dal comune di Parigi nel parco di Vincennes.

Pochi metri più in là, una ventina di persone festeggiano senza vestiti l’apertura a Parigi della prima zona per nudisti. Uno spiazzo nel verde grande più o meno quanto un campo di calcio, dove possono entrare anche i textiles, cioè quelli che preferiscono coprirsi. «Finora eravamo costretti ad andare in una piscina pubblica (la Roger Le Gall, ndr) a orari fissi, tre sere la settimana», dice Julien Claudé-Pénégry, responsabile del progetto e membro dell’Associazione dei nudisti di Parigi. «Ho cominciato a quindici anni perché il naturismo mi incuriosiva e mi sono detto “se si spogliano è perché devono trovarci una certa comodità”. In realtà il nudismo significa vivere a ritmo più lento, godersi la natura». Lo spazio sarà aperto dalle 8 alle 19.30 fino al 15 ottobre (anche se farà freddo ben prima), e la sindaca del XII arrondissement Catherine Baratti-Elbaz dice che «rappresenta appena un millesimo della superficie totale del parco, dunque penso che possiamo tranquillamente condividerlo assieme tra nudisti e non».