È vero che il cloro secca la pelle?

È vero che il cloro secca la pelle?

La disidratazione cutanea è un difetto attribuito a questo elemento ma no, a differenza di quanto comunemente si pensi, il cloro non secca la pelle. Anzi, il cloro protegge la pelle dalle infezioni cutanee diffuse in piscina: i funghi che causano le micosi e i virus responsabili delle verruche non sopravvivono nell’acqua della piscina ma proliferano a bordo vasca, negli spogliatoi e nelle docce. L’acqua della piscina può dare giovamento anche a chi ha problemi di acne perché disinfetta la pelle.

Sottolineiamo che la quantità di cloro nella piscina è stabilita dal Ministero della Salute, dunque spetta al gestore della piscina tutelare la salute di chi la utilizza rispettando le disposizioni di legge. Tranne rari casi di ipersensibilità al cloro, la sensazione di pelle tesa e irritata dipende dall’acqua in sé che lava via dal corpo gli elementi che costituiscono una sorta di film protettivo della pelle e che, di norma, la rendono morbida e idratata. Fuori dalla vasca, una buona abitudine è indossare le ciabatte per evitare le micosi e fare subito una doccia solo con acqua senza bagnoschiuma e altri detergenti che potrebbero aggredire la pelle. E se proprio non si sopporta l’odore del cloro, un’alternativa è la piscina con l’azoto.