Warning: include(/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2

Warning: include(/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-includes/IXR/lib.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.essadibe.com/home/wp-config.php on line 2
Voglia di “cose buone”. Impariamo a capire se è il caso di assecondarle - Essadibe

Voglia di “cose buone”. Impariamo a capire se è il caso di assecondarle

Voglia di “cose buone”. Impariamo a capire se è il caso di assecondarle

Spesso capita di desiderare inspiegabilmente cose buone, buone intese come altamente calorico. Non è certo da condannare, capita a tutti noi, ma è il modo in cui gestiamo le nostre voglie, che influenza la nostra salute.

Le motivazioni che ci spingono ad esagerare col cibo possono essere tante, ad esempio dovute ad imput esterni:

  • Annunci, articoli, pubblicità che ci influenzano riguardo un certo alimento.
  • Suoni come il segnale acustico del forno a microonde, qualcuno che sgranocchia patatine vicino a noi.
  • Il freddo può scatenare voglia di cibi caldi e ricchi che sono spesso ad alto contenuto di calorie.

Oppure si può trattare di stimoli emotivi:

  • Stress. Come la sigaretta per i fumatori così il cibo può rappresentare una valvola di sfogo per chi si sente particolarmente stressato. Gli studi suggeriscono che questi desideri si possono verificare fino a 24 ore dopo lo stress accusato.
  • Ricordi inconsci. Se da bambini, i genitori ci offrivano un certo cibo  quando si era malati, feriti o turbati, anche da adulti cercheremo di essere appagati con quegli alimenti.
  • Senso di colpa o vergogna? E’ così che si può scatenare la corsa ai “cibi proibiti” che si stava tentando di limitare.

Oppure stimoli fisiologici:

  • Sono passate più di 4 ore dal tuo ultimo pasto? Se è così, potrebbe trattarsi di un desiderio di qualcosa di dolce a causa di un calo degli zuccheri nel sangue.
  • Sentirsi fisicamente stanchi, se non si è dormito molto può aumentare il desiderio di qualcosa di dolce.
  • Voglia di cioccolato? Studi recenti spiegano che potrebbe essere causato da una mancanza di magnesio e allora mangiamo qualche mandorla o noce che sono una buona fonte di questo minerale.
  • Bevi poco? Il nostro corpo può scambiare il segnale sete con quello di fame. Consiglio di bere un pò d’acqua e attendere 10 minuti, il desiderio potrebbe scomparire

A questo punto decifriamo quale di queste possibilità può spingerci alla voglia di buono e gestiamo l’impulso.

Dunque se abbiamo capito che l’impulso è esterno potremmo:

  • Distrarci. Fate una passeggiata, ascoltare la propria playlist preferita, chiamare un amico. Basta impostare la tua mente su qualcos’altro.
  • Inganniamo il cervello. Proviamo a mangiare ciò che desideriamo in quel momento ma in piccola quantità in modo da premiarci ma senza avvertire alcun senso di colpa. Se vogliamo cioccolato, concediamoci uno yogurt o un budino al cioccolato magro al posto di una torta al cioccolato.
  • Prendiamo una gomma. Proviamo masticare un chewing-gum, è stato dimostrato che riduce il desiderio di cibo.
  • Frutta Teniamo a portata di mano frutta. Otterremo fibre e sostanze nutritive con dolcezza.

Se invece lo stimolo è emotivo:

  • C’è qualcosa da fare nella tua vita che ti rende ansioso, arrabbiato o stressato? Se questo è il caso, affronta la preoccupazione. Già capire cos’è che ti procura ansia aiuterà a far scomparire il desiderio.

Se è uno stimolo fisiologico:

  • Dormi almeno 8 ore.
  • Consumare pasti completi. Non saltare i pasti per paura di aver aumentato il proprio peso o per la speranza di perdere chili più velocemente, perché poi per la fame mangeremo più facilmente snack tra un pasto e l’altro.
  • Assicurati di bere acqua durante il giorno. Due litri al giorno.

Combina gli alimenti – Divertiamoci a cucinare qualcosa di buono ma che sia comunque sano basta anche solo preparare una coppetta di yogurt con qualche scaglia di cioccolato fondente. Avremo creato così un dolce poco calorico.